Puigdemont libero, niente estradizione per ribellione

Il tribunale dello Schleswig-Holstein rilascia l’ex presidente catalano con una cauzione di 75.000 euro. La Spagna non potrà processarlo per il reato più grave

Francesco Olivo   La Stampa   05.04.2018

8e6daeca-38f4-11e8-a5f9-ac7e7227f5ac_R3IOEWJ4-21408-kWFD-U1110277581240x0-1024x576@LaStampa.it

AFP

 

 

Carles Puigdemont fuori dal carcere tedesco, la Spagna non potrà processarlo per ribellione. Lo ha deciso il Tribunale regionale superiore dello Schleswig-Holstein, in Germania, che sta valutando la richiesta di estradizione. L’ex presidente catalano sarà rilasciato con una cauzione di 75.000 euro. Puigdemont era stato arrestato in Germania lo scorso 25 marzo e condotto nel carcere di Neumuenster.

 

Ma, più che la scarcerazione (l’ex presidente dovrà firmare in tribunale una volta a settimana) la cattiva notizia per il Tribunale Supremo spagnolo è che se “l’esule” dovesse essere consegnato dalla Germania, non potrà essere processato per “ribellione”, il reato più grave contestato agli indipendentisti (pene massime di trent’anni di galera), quello intorno al quale verte tutta la maxi-inchiesta portata avanti, con particolare determinazione dal giudice Pablo Llarena. I colleghi tedeschi hanno individuato nel loro codice un reato simile, «l’alto tradimento», che però ha come requisito l’utilizzo della violenza. Llarena, con molte acrobazie giuridiche, ha allargato il concetto di «violenza fisica», per poter indagare su tutti i principali politici indipendentisti, molti dei quali sono in carcere preventivo.

 

L’estradzione di Puigdemont, quindi, ci potrebbe ancora essere, ma una volta in Spagna il presidente destituito potrà essere processato soltanto per le altri due reati contestati: la disobbedienza e la malversazione per aver organizzato un referendum proibito dal Tribunale costituzionale

con fondi pubblici.

 

http://www.lastampa.it/2018/04/05/esteri/puigdemont-libero-niente-estradizione-per-ribellione-EqV5DUTnQWlVbKVW5LBUKM/pagina.html